USAF RICEVE BATMAV

 

Nei giorni scorsi l’Aviazione Americana ha ricevuto il primo BATMAV Micro Unmanned Aircraft Systems dalla Società AeroVironment che nel 2006 aveva vinto una fornitura per 30 sistemi su 5 anni.

Il BATMAV si avvale del velivolo WaspIII in linea con il Programma Air Force Beyond Line of Site (BLOS).

Le caratteristiche :
Wasp III has a wingspan of 29 inches, weighs 1 pound and carries integrated forward and side looking electro-optical color cameras as well as a modular forward or side-looking electro-optical or infrared payload. The system is backpackable and is capable of operating for up to 45 minutes at up to 5 kilometers from the transceiver. AV designed the system to support the Air Force’s Battlefield Airman Operators Kit. Wasp III is a block III version of the Wasp micro UAS, which AV developed under a contract with the Defense Advanced Research Projects Agency

Annunci

AMI utilizza i Predator per vigilare sulla visita di Putin

19 marzo 2007

In occasione della visita del capo di stato russo Putin a Bari, il 14 marzo, l’AMI ha utilizzato uno dei quattro UAV Predator basati a Foggia Amendola per tenere l’area sotto controllo. Il Predator ha volato per 50 minuti per coprire la tratta Foggia – Bari e poi posizionarsi sulla città. La missione è durata diverse ore ed è stata gestita dal centro di controllo di Foggia Amendola.

Questo è il primo utilizzo operativo sullo spazio aereo civile italiano dell’UAV Predator, che fino ad oggi hanno usufruito solo di cinque aree riservate per i voli di addestramento: tre sul mare e due su zone disabitate, tutte situate nei dintorni della base di Amendola.

John

Israele: primi UAV Shoval per l’Air Force

(marzo 2007)

Il 7 marzo l’aviazione israeliana ha preso in consegna il primo UAV Shoval (nome commerciale Heron-1)  di serie, prodotto dalla IAI.

Lo Shoval (conosciuto anche come Mahatz e Crusher) è già stato sperimentato nelle operazioni sul Libano nell’estate del 2006.

I nuovi UAV saranno operati anche in favore delle forze navali, per missioni di pattugliamento marittimo e costiero.

Lo Shoval può volare per oltre 40 ore a quote di 30.000 piedi, ha un peso massimo al decollo di 1.200 kg, un’apertura alare di 16,6 metri e un raggio d’azione di molte centinaia di chilometri.

La suite dei sensori comprende un radar ad apertura sintetica e sistemi da ricognizione ottica/elettronica.

John