Israele nega immagini satellitari al Venezuela

Luglio 2007

Il Venezuela ha protestato contro quello che definisce un vero e proprio boicattaggio delle industrie e società israeliane nei confronti di alcuni accordi di collaborazione che avrebbero dovuto consentire al paese sudamericano di accedere a immagini ad alta risoluzione riprese dai satelliti fotografici israeliani e di acquisire quote azionarie in alcune aziende israeliane che operano in tale settore.

Anche se non ci sono conferme ufficiali, è molto probabile che le società israeliane stiano effettivamente allentando i rapporti con il governo sudamericano, dopo che anche Israele ha deciso di porre l’embargo contro le vendite di armi, equipaggiamenti e assistenza militare a favore del Venezuela.

John

Annunci

L’industria militare italiana e la “top 100”

Luglio 2007

Nei primi posti delle “top 100” industrie militari nel mondo, compare al 9° posto Finmeccanica, preceduta solo da 6 industrie americane, 1 inglese e 1 olandese. I dati sono basati sui fatturati del 2006: oltre 9 miliardi di dollari quello di Finmeccanica.

Unica altra azienda italiana presente nella “top 100” è la Fincantieri, che deve accontentarsi del 62° posto.

John

Primo satellite spia per la Turchia

Giugno 2007

La Turchia sta lanciando un programma per dotarsi di un satellite per la ricognizione con sensori fotografici e radar ad alta risoluzione. Il satellite verrebbe costruito con tecnologia estera e al momento l’industria italiana è favorita per aggiudicarsi il contratto, dopo che la Francia si è mostrata ostile all’iniziativa e quella israeliana è stata scartata per ragioni di opportunità politica.

L’aviazione turca confida di poter lanciare il satellite nel 2011 in occasione del suo 100° anniversario.

John

EADS: il 5% delle azioni alla Russia

(settembre 2006)

Il governo Russo, attraverso la controllata Vneshtorgbank, ha acquistato poco più del 5 % del pacchetto azionario EADS.

Il 58% delle azioni EADS appartiene ai partner contrattuali (Francia, Germania e Spagna) ed il 42% ad una serie di investitori di mercato (tra i quali, adesso, la Vneshtorgbank).

John