IDF: più fondi per la guerra terrestre, meno per l’aviazione

10 settembre 2007

L’esame dei risultati dei combattimenti in Libano nel 2006 continua a tutto campo e sta comportando una serie di nuovi orientamenti per le forze armate israeliane.

I nuovi piani di acquisizione di equipaggiamenti prevedono uno spostamento di fondi in favore delle forze terrestri allo scopo di risolvere i problemi e le deficienze che hanno comportato serie difficoltà nell’affrontare la minaccia asimmetrica degli Hezbollah.

I nuovi piani prevedono una serie di misure, tra le quali spiccano la decisione di continuare la produzione del carro da combattimento Merkava nella sua versione Mk.4 e di tagliare l’acquisizione dei nuovi caccia F-35 JSF.

Proseguirà l’acquisizione dei mezzi da trasporto truppa Namer, basati sullo scafo del Merkava.

I piani iniziali prevedevano l’acquisizione di 100 F-35, ma adesso solo 25 caccia (sufficienti per uno squadron) sono finanziati con certezza e si prevede di acquisirne altri 25, per un totale di 50 velivoli distribuiti su due squadron.

L’aviazione spinge per ottenere almeno un terzo squadron con altri 25 caccia, ma il piano originario di 100 velivoli ormai ha poche speranze di essere attuato.

Riduzioni di fondi sono previste anche per quanto riguarda i programmi di acquisizione di AH-64D Longbow Apache ed F-15I Eagle.

John

Una Risposta

  1. Beh … con la tecnologia … si riesce a vincere qualsiasi guerra oggi…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: